Progetti

Galvanica a basso impatto ambientale in ottica Industria 4.0

Progetto finanziato nel quadro del POR FESR Toscana 2014-2020

Il progetto GOODGALV intende realizzare un paradigma di sviluppo sostenibile nel settore galvanico aumentando le performance sia da un punto di vista economico che sociale, lavorando sugli aspetti di eco sostenibilità, che di industria 4.0.

Il capofila LEM, in sinergia con l’Organismo di Ricerca INSTM, partner di progetto, studierà e metterà a punto un innovativo ciclo galvanico 4.0 eco friendly, basato su un nuovo bagno di bronzo bianco, più performante e, elemento strategico, meno impattante a livello ambientale, caratteristiche sempre più richiesto dalle case di alta moda.

Nell’ambito del progetto, il capofila e gli altri Partner, si impegneranno nello sviluppo di una linea prototipale galvanica eco-compatibile, studiata in ottica Industria 4.0 e dotata di sensori IOT e sistemi sperimentali, per la misurazione dei parametri chimico-fisici dei bagni, destinati agli accessori moda.

I nuovi trattamenti galvanici ecologici verranno sperimentati su bijoux e accessori moda metallici; progettati e realizzati dal partner Creativity Box. Quest’ultimo intende sviluppare, anche un catalogo virtuale dei propri modelli, per affrontare le nuove sfide richieste, dal nuovo scenario mondiale post-Covid, che impone l’impiego di strumenti di comunicazione digitali e un rapporto a distanza, sempre più “virtuale”, con il cliente.

BROTINI metterà a punto un nuovo sistema di gestione delle acque di processo e di trattamento delle acque reflue, al fine di consentirne il riutilizzo nel ciclo produttivo attraverso la messa a punto sperimentale sulla linea galvanica prototipale. Il capofila LEM, in tale ambito, studierà e metterà a punto dei metodi innovativi, a base di materiali derivati dal grafene (GRM), per il trattamento delle acque reflue e di processo. Tale approccio determinerà una significativa riduzione dei reflui smaltiti attraverso il recupero interno dei metalli delle lavorazioni galvaniche.

Grazie al contributo del partner AG2, verranno inoltre tracciati, in ottica Industria 4.0, i prodotti chimici e i metalli, presenti nella galvanica. Di conseguenza, concentrando l’analisi sul consumo dei metalli preziosi, in uno scenario dove la domanda delle materie prime critiche (CRM=Critical Raw Material) è in costante crescita e la loro disponibilità̀ da fonti primarie è sempre minore, l'idea dell’Urban mining come fonte alternativa sta diventando un approccio sempre più interessante, anche in questo settore.

L’Organismo di Ricerca, INSTM, collaborerà con i partner per mettere a punto e verificare i nuovi processi e tecnologie sviluppate, nel progetto. Inoltre, verificherà la composizione, morfologia e proprietà dei depositi ottenuti con i nuovi processi sviluppati, al fine di valutarne la resistenza alla corrosione, attraverso analisi elettrochimiche. Inoltre, verrà valutata la qualità finale dei manufatti ottenuti attraverso determinazione dello spessore reale della deposizione, ispezione superficiale delle proprietà meccaniche e valutazione del colore.

Download scheda progetto